AKA BUS | gli altri siamo noi | anteprima al Cinema Teatro “d.Bosco”

loghi istituzionali

AKA – gli altri siamo noi

CULTURA DI PARITA’

PRINCIPI DI NON DISCRIMINAZIONE nel sistema educativo

Si è appena conclusa l’anteprima della web serie “AKA BUS – gli altri siamo noi” al Cinema Teatro “d.Bosco” di Cuneo.

Più di 100 studenti delle scuole superiori, protagonisti della serie, hanno potuto ammirare i risultati del loro impegno e lavoro nella realizzazione dei 20 episodi della sit-com che, con sarcasmo ed ironia, ha affrontato il tema dei pregiudizi, dei luoghi comuni e stereotipi che invadono la nostra società quotidianamente.

Nel corso della mattinata sono intervenuti al dibattito gli educatori della Cooperativa Sociale MOMO, Elena Cirotto ed Ileana D’Incecco, che hanno illustrato il progetto nella sua globalità e gli strumenti educativi utilizzati ed infine Federico Maiocco, regista e docente di tecniche di ripresa di Geko Video, che ha raccontato il percorso fatto per arrivare al prodotto finale.

Al termine della mattinata sono state raccolte opinioni, richieste e proposte dei protagonisti e dei docenti presenti in sala; è stato un buon modo per condividere il lavoro fatto, le emozioni provate e l’importanza di lavorare su tematiche così impegnative con strumenti più accattivanti ed alternativi alla lezione frontale. Da tutti si è auspicato la possibilità di vivere ancora esperienze di questo tipo.

Si è parlato del significato dell’utilizzo del linguaggio video, di come sia usato in ogni momento della giornata, soprattutto con l’avvento degli smartphone, che permettono anche di realizzare “selfie” video, cioè video amatoriali prodotti per  immortalare qualcosa che succede nella mia vita e in cui io sono protagonista.

I Social Network, come facebook, hanno connesso tra loro milioni di persone, diffondendo la cultura della condivisione, di articoli, immagini e soprattutto brevi video, di qualità e contenuti differenti.

Da questo nasce l’idea della Cooperativa Sociale MOMO e di Geko Video, che dal 2010 hanno avviato la sperimentazione della web tv NUZ, di lavorare sulla Media Education, coinvolgendo, con uno strumento di protagonismo attivo, il target giovane del territorio cuneese, avvicinandolo al linguaggio multimediale, promuovendo la scelta di contenuti intelligenti e creativi, facendo laboratori per imparare ad utilizzare gli strumenti audio e video.

Sulla scia di questa esperienza si inserisce il progetto “AKA – gli altri siamo noi”, finanziato con il Fondo Sociale Europeo dalla Regione Piemonte e Agenzia Piemonte Lavoro sul tema della promozione della Cultura di Parità e dei principi di non discriminazione, che ha utilizzato proprio il linguaggio video per raggiungere l’obiettivo del progetto.

Il risultato è la web serie “AKA BUS – gli altri siamo noi”, proiettata questa mattina; sei puntate che affrontano le discriminazioni in chiave ironica e sarcastica tipica delle sit-com. Al centro delle storie sono le aree oggetto di discriminazioni individuate dall’Unione Europea: genere, orientamento sessuale, origine etnica, età, disabilità ed orientamento religioso. I protagonisti, come sempre, sono i giovani di Cuneo che frequentano le Scuole Superiori della città. L’ambientazione non poteva essere che il bus e le sue fermate per far vivere intrecci, battute e scambi tra i personaggi della serie video, luoghi di scambio naturali vissuti quotidianamente dagli studenti. AKA BUS raccoglie la sfida della Media Education: attivare i giovani nell’acquisire competenze multimediali, affrontare tematiche di cittadinanza attiva e contribuire a diffondere tra pari e generazioni differenti cultura di parità. Un buon modo per essere cittadini attivi ed attenti alle difficoltà degli altri.

Tutte le puntate della web serie saranno disponibili a breve sul canale AKA della web tv NUZ (www.nuzweb.tv)

Oltre alla web serie il progetto è entrato nelle scuole superiori cittadine proponendo workshop su alcune aree oggetto di discriminazione, in collaborazione con alcune associazioni che operano già da tempo su queste tematiche, quali  Arcigay, Agedo e Amico Sport.

Da marzo 2014 si avvierà la seconda fase del progetto.

AKA BUS e gli altri materiali realizzati sul territorio piemontese saranno inseriti nell’e-book multimediale che verrà distribuito gratuitamente sul territorio piemontese, con l’ausilio degli strumenti multimediali e presentato nei vari eventi culturali, giovanili e sociali. Inoltre il chiosco educativo multimediale girerà nelle scuole delle principali città piemontesi.

 

Per ogni informazione potete fare riferimento a questi contatti: Danilo Costamagna – 389.7997866 danilo.costamagna@coopmomo.it

Related posts

Fuga da Zombieland –

Fuga da Zombieland -

"A Bernezzo una strana epidemia colpisce i ragazzi... un'epidemia di cattive abitudini che avrà spaventose conseguenze, fino a quando..." Note horror, ma tanto divertimento e anche qualche buon messaggio per il cortometraggio realizzato dai ragazzi della scuola media di Bernezzo nei 5...

La mia realtà nell’obiettivo – contest fotografico giovanile

La mia realtà nell'obiettivo - contest fotografico giovanile

Benessere e malessere giovanile: cosa ti viene in mente? Raccontacelo con uno scatto! Puoi scattare fotografie con qualsiasi supporto e in qualsiasi formato, dal cellulare alla macchina professionale e inviarle entro il 10 Maggio 2013 all’indirizzo mail latuafoto@lamiarealta.it Art. 1 –...

le Anime del LABirinto

CUNEO SONORA Cuneo Sonora è un progetto del Comune di Cuneo in collaborazione con alcune associazioni giovanili e culturali del territorio cuneese; finanziato dal Bando ANCI/Ministero della Gioventù finalizzato a promuovere, tra i giovani, uno spazio creativo ed espressivo, incentrato sulla...